Quali mascherine usare? Ecco la risposta nei principali contesti quotidiani.

Quali mascherine usare nei contesti quotidiani

Ecco quali mascherine usare per proteggerti al meglio in base ai luoghi che frequenti.

Al giorno d’oggi le mascherine, per contrastare il diffondersi dell’emergenza epidemiologica del Covid-19, sono diventate indispensabili anche durante la quotidianità.

Ogni contesto però potrebbe essere potenzialmente più pericoloso di un altro, e per questo è fondamentale conoscere il potere filtrante delle principali tipologie di mascherine antivirus e antibatteriche, per potersi proteggere al meglio.

In questo articolo analizzeremo i principali contesti quotidiani, specificando anche quali mascherine usare per essere certi che naso e bocca siano al sicuro dagli agenti patogeni aerodispersi.

Quali mascherine usare

Mascherine antivirus: uno strumento molto potente.

Le mascherine facciali sono uno strumento molto valido, che se utilizzato correttamente è in grado di prevenire la diffusione del Sars-Cov-2 in molte occasioni.

Tieni presente che il Covid-19 si trasmette mediante la secrezione di droplets (micro-goccioline di saliva), che vengono emanate da naso e bocca mentre si parla e si respira, e in caso di starnuti o tosse in quantità ancora maggiori.

Uno starnuto può trasportare le goccioline di saliva (veicolo del virus), fino a 4 metri di distanza!

Questi dati rendono l’idea dell’importanza di indossare una mascherina antibatterica e antivirus, sia per evitare di inalare agenti patogeni, ma anche per non diffonderli.

Ma sorgono spontanee delle domande:

<< Quali mascherine usare per difendersi veramente dal pericolo di contrarre il coronavirus? Meglio spendere di più per acquistare dei DPI molto potenti o sono sufficienti le mascherine di comunità?>>

La scelta del potere filtrante delle mascherine che deciderai di indossare, dipende sopratutto dai contesti che sei solito frequentare e dalle persone che potresti incontrare.

Per rispondere a queste domande vogliamo analizzare le principali categorie di mascherine per il coronavirus, perché solo dopo aver conosciuto le loro caratteristiche sarà possibile fare la scelta migliore per la protezione delle tue vie aeree.

Te ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Leggi anche: Mascherine in tessuto lavabili: 3 modelli (comfort totale) sotto i 5€.

Mascherine chirurgiche, mascherine di stoffa e DPI: caratteristiche e potere filtrante.

Le mascherine attualmente più utilizzate per proteggere naso e bocca durante la quotidianità, si possono dividere principalmente in tre gruppi:

Queste tipologie di mascherine si differenziano sia per struttura, che per potere filtrante, e le loro caratteristiche sono principalmente queste:

  • Mascherine chirurgiche.
    Solitamente realizzate in due o tre strati di TNT, queste mascherine se indossate correttamente, sono molto utili per evitare che chi le indossa possa contagiare chi gli sta attorno. Hanno un potere filtrante verso l’esterno superiore al 95% (per i batteri) e del 20% verso l’interno (potere limitato dalla scarsa aderenza l viso).
  • Mascherine in stoffa.
    Realizzate con più strati di stoffa (più comunemente cotone), queste mascherine lavabili sono presenti sul mercato con caratteristiche talvolta anche molto diverse, e per questo è impossibile dire in modo assoluto quale possa essere il loro potere filtrante. Riguardo a queste mascherine, ogni azienda dovrebbe fornire i dati riguardanti il livello di protezione offerto dai suoi prodotti.
  • Mascherine KN95 e FFP2.
    Realizzate con minimo tre strati di TNT queste due tipologie di mascherine sono in grado di proteggere sia chi le indossa che chi gli sta attorno (solo se senza valvola), e il loro potere filtrante in entrambe le direzioni è di circa il 92-95%. Queste mascherine antivirus aderiscono perfettamente al viso, e sono in grado di filtrare anche le microparticelle volatili più piccole. Se sono dotate di valvola, il potere filtrante verso l’esterno si abbassa al 20%.
  • Mascherine filtranti FFP3.
    Questa tipologia di mascherina aderisce perfettamente al viso, ed è realizzata con più strati di TNT. I pori filtranti sono più piccoli del virus, pertanto arriva ad avere una capacità filtrante sia verso l’interno che verso l’esterno pari al 98% (solo se senza valvola). Le mascherine ffp3 con valvola invece, hanno un potere filtrante verso l’esterno pari al 20%.

Come puoi notare il grado di protezione delle principali tipologie di mascherine per il coronavirus, può cambiare notevolmente a seconda della categoria di appartenenza. Alcune aderiscono meglio di altre, ci sono quelle lavabili e quelle monouso, alcune proteggono solo chi le indossa o chi è attorno, altre ancora sono in grado di proteggere tutti.

Ma ora passiamo ad esaminare rischi e contesti.

Quali mascherine usare nella quotidianità

Mascherine e quotidianità: ecco come fare la scelta giusta.

Ora che conosci le principali informazioni riguardo alle mascherine, sarà molto più semplice capire quali è meglio indossare in base ai rischi dell’ambiente che ti circonda.

Per chiarirti meglio le idee, vogliamo fare degli esempi di vita reale, passando dai contesti più pericolosi a quelli con rischio contagio più basso.

I casi in cui potrebbe essere necessario indossare le protezioni più potenti sono principalmente questi:

  • se lavori in un contesto medico-ospedaliero;
  • se devi entrare a contatto con immunodepressi;
  • se hai alte probabilità di entrare a contatto con persone infette.

Nei contesti dell’ambito medico-sanitario, è fondamentale che sia medici che pazienti si possano proteggere adeguatamente, per questo specialmente nei reparti dedicati ai ricoveri Covid-19, le mascherine da utilizzare sono le ffp3, le ffp2 e le kn95.

Mentre le mascherine FFP3 sono da riservare a questi contesti, le altre due categorie sono l’ideale anche se frequenti persone che hanno un sistema immunitario compromesso, perché ti consentono di proteggerle, filtrando il tuo respiro.

Le mascherine antivirus kn95 e ffp2, sono la scelta giusta anche se hai la necessità di recarti in alcuni luoghi molto frequentati, in cui le possibilità di entrare a contatto con persone infette possono essere abbastanza alte. Per esempio potresti indossarle per proteggerti adeguatamente se lavori in un ufficio pubblico o in un luogo molto trafficato, se ti devi recare in un ambulatorio, etc…

I casi considerati meno rischiosi sono quelli che riguardano le commissioni della quotidianità, e per questo il Ministero della Salute e gli altri organi competenti consigliano di utilizzare le mascherine chirurgiche o le mascherine di comunità (quelle in stoffa).

Questi accorgimenti sono molto utili, ma sarebbero abbastanza sufficienti per garantire la protezione della comunità solo se tutti indossassero le mascherine, perché come detto prima, le chirurgiche proteggono chi ci sta attorno, ma il potere filtrante verso l’interno è di solo il 20%.

Per quanto riguarda le mascherine in stoffa, prima di utilizzarle assicurati che siano state testate e che aderiscano correttamente al viso.

Quindi nei contesti più a rischio punta sui facciali filtranti DPI, mentre nei contesti meno pericolosi puoi utilizzare le mascherine chirurgiche monouso o quelle in stoffa lavabili (che hanno un prezzo molto più basso). Se però pensi che le probabilità di contagio possano essere elevate anche mentre fai la spesa o sbrighi le classiche commissioni della quotidianità, non esitare a proteggerti con una mascherina antivirus KN95 o FFP2.

Leggi anche: Le mascherine chirurgiche con filtro non esistono e questo è il motivo.

Quali mascherine usare: in conclusione.

Come hai potuto leggere ogni mascherina ha dei pro e dei contro: le chirurgiche e le lavabili sono più economiche, ma hanno molti limiti in fatto di protezione, le DPI sono più care, ma hanno un alto potere filtrante sia in entrata che in uscita (senza valvola).

Il modo migliore per proteggerti adeguatamente e per proteggere chi ti sta attorno, è valutare l’affluenza delle persone nei luoghi che devi frequentare, ma anche il loro comportamento ed il loro stato di salute.

Se vuoi vivere la quotidianità con la massima serenità in qualsiasi contesto, la scelta migliore potrebbe essere optare sulle mascherine DPI ffp2 o kn95.

Su Maskhaze.it le trovi a partire da 3,10 euro al pezzo, all’interno di pratiche confezioni piccole o grandi, per avere sempre la scorta di protezioni per naso e bocca a portata di mano.

Acquistale oggi stesso su Maskhaze.it e ricevile in tempi brevissimi direttamente a casa tua!