Classificazione mascherine: facciamo chiarezza.

Classificazione mascherine coronavirus.

Hai dubbi sull’utilizzo delle protezioni per il coronavirus? Con questa classificazione delle mascherine potrai risolvere le tue incertezze.

Le mascherine antivirus sono degli strumenti indispensabili per il contenimento dell’epidemia scatenata dal Covid-19, che sta colpendo tutto il mondo.

Tuttavia tante persone continuano ad utilizzarle nel modo sbagliato, perché la confusione è ancora tanta.

Per questo motivo abbiamo deciso di fare maggiore chiarezza, grazie alla classificazione delle mascherine sia in base al tipo di protezione che in base al loro potere protettivo.

Ecco che cosa è importante sapere riguardo alle mascherine per il coronavirus per proteggersi realmente in ogni contesto.

Classificazione mascherine chirurgiche.

Classificazione delle mascherine per tipo di protezione.

Le mascherine antivirus non sono tutte uguali, ma è importante sapere che alcune proteggono solo chi le indossa, altre proteggono solo chi sta attorno all’indossatore e altre ancora hanno la duplice funzione.

Conoscere questi dettagli è importantissimo per contrastare la diffusione del virus, infatti è l’unico modo per evitare che tante persone si espongano a dei rischi pensando di essere protette.

Ecco che cosa dovresti sapere.

Mascherine che proteggono solo chi sta attorno all’indossatore.

La prima categoria di mascherina della quale vogliamo parlare, è spesso utilizzata in modo errato e stiamo parlando della mascherina chirurgica.

Questa tipologia di mascherina antibatterica infatti è realizzata per far sì che chi la indossa non contamini con eventuali agenti patogeni espirati le persone che gli stanno attorno.

Se però attorno a chi indossa la mascherina chirurgica ci fosse un soggetto positivo al coronavirus privo di mascherina, oppure con la mascherina mezzo abbassata, o della categoria sbagliata, il rischio di contagio è elevato.

Dunque chi pensa che indossando una mascherina chirurgica ci si può sentire al sicuro dai contagi anche se gli altri non la indossano sbaglia eccome!

Mascherine che proteggono solo l’indossatore.

Un’altra categoria di mascherine che potrebbe mettere a repentaglio la salute di tante persone, è quella delle mascherine DPI con valvola.

Le mascherine FFP2, FFP3 e KN95 con valvola infatti, hanno un alto potere di filtrazione dall’esterno verso l’esterno, ma il potere opposto è quasi nullo.

Questo significa che se un positivo asintomatico indossasse una mascherina con valvola, in un contesto in cui gli altri indossano le mascherine chirurgiche, potrebbe inconsapevolmente contagiare dal primo all’ultimo individuo.

Certo, le mascherine con valvola consentono di respirare in modo più confortevole, ma purtroppo per contrastare la diffusione del coronavirus non sono l’ideale.

Mascherine che proteggono sia chi le indossa che chi gli sta attorno.

Le mascherine che se indossate in qualsiasi contesto garantiscono la maggior protezione sono le mascherine DPI senza valvola delle categorie FFP2, KN95 e FFP3.

Chiunque le utilizzi, a patto che siano indossate correttamente, può proteggere sia se stesso che chi gli sta attorno, grazie ad una barriera efficace, che per contrastare la diffusione del coronavirus è l’ideale.

Come vedi classificare le mascherine per tipologia di protezione è molto utile per capire in quale contesto è più consono utilizzarne una piuttosto che un’altra.

Ma ora vediamo in quale altro modo possono essere classificate le mascherine per ottenere una maggior chiarezza sull’argomento.

Leggi anche: Ciò che devi conoscere sulle diverse tipologie di mascherine antivirus certificate.

Classificazione delle mascherine per livello di filtrazione.

Nel paragrafo precedente abbiamo parlato di come funzionano alcune categorie di mascherine, ma è importante sapere anche quanto filtrano, in modo da poterle abbinare ai contesti più o meno rischiosi.

Dunque partiamo con la classificazione delle mascherine in ordine di potere di filtrazione nei confronti dei virus.

Mascherine chirurgiche.

Tutti parlano di mascherine chirurgiche in modo generico, perché le più diffuse sono le più “potenti”, ma per un utilizzo consapevole è importante sapere che in realtà ne esistono tre tipologie:

  • Tipo I: filtra il 95% di agenti patogeni e non resiste agli schizzi;
  • Tipo II: filtra il 98% di agenti patogeni e non resiste agli schizzi:
  • Tipo IIR: filtra il 98% di agenti patogeni e resiste agli schizzi.

La categoria più diffusa è la terza (“R” sta per “resistente”), ma prima di fare un acquisto frettoloso è importante sapere che esistono anche le altre due tipologie.

Per quanto riguarda i contesti, tutte e tre le tipologie possono essere utilizzate allo stesso modo, ossia nei contesti non troppo rischiosi in cui tutti indossano una protezione in grado di proteggere chi gli sta intorno.

Mascherine FFP2 e KN95.

Le mascherine DPI delle categorie FFP2 e KN95 sono equivalenti, pertanto possiamo affermare che entrambe filtrano ben il 95% di virus e batteri di dimensioni infinitesimamente piccole.

Come abbiamo già specificato sopra però, ci sono delle differenze tra mascherine con e senza valvola.

Le mascherine con valvola filtrano il 95% di virus e batteri solo per quanto riguarda l’aria inspirata, mentre il potere di filtrazione del processo inverso si abbassa a circa il 20%.

Le mascherine senza valvola invece mantengono inalterato il potere di filtrazione al 95% sia per quanto riguarda l’aria espirata che quella inspirata, dunque per prevenire i contagi sono di gran lunga da preferire alle precedenti.

Queste mascherine antivirus sono l’ideale durante i contesti più pericolosi della quotidianità, ma possono essere utilizzate anche se si devono avere contatti con persone positive al virus.

Classificazione mascherine Covid-19.

Mascherine FFP3.

I facciali filtranti della categoria FFP3 sono i più potenti, infatti grazie alla loro struttura di fibre fittissima, sono in grado di bloccare ben il 98% di agenti patogeni di dimensioni infinitesimamente piccole.

Anche in questo caso le mascherine FFP3 con valvola filtrano il 98% di agenti patogeni in entrata, ma il livello di filtrazione dell’aria espirata si abbassa a circa il 20%.

Le mascherine FFP3 senza valvola invece mantengono l’alta percentuale di filtrazione in entrambe le direzioni, per questo sono le più utilizzate in ambito sanitario, in particolar modo nei reparti Covid e in tutti i contesti in cui il rischio di contagio da coronavirus è altissimo.

Leggi anche: Grado di protezione mascherine: ecco ciò che devi sapere.

In conclusione.

Grazie alla classificazione delle mascherine per il coronavirus per tipologia di filtrazione e potere protettivo, anche i meno esperti potranno scegliere le prossime mascherine protettive con maggior consapevolezza.

Dunque se anche tu avevi dei dubbi, ora potrai acquistare le tue prossime mascherine scegliendole in base ai contesti che frequenti.

Se però la tua idea è che sia meglio essere pronti a qualsiasi evenienza, potresti acquistare le mascherine FFP2 e KN95 che trovi nel nostro store on-line Maskhaze.it.

Sceglile nella confezione che preferisci e ricorda di acquistare anche il gel igienizzante per le mani, per indossarle con le mani perfettamente disinfettate anche quando non hai a disposizione acqua e sapone.

Ti aspettiamo su Maskhaze.it!