Le 3 caratteristiche (esclusive) delle “mascherine ospedaliere”.

Mascherine ospedaliere e caratteristiche.

Vuoi sapere di più sulle mascherine ospedaliere e le loro caratteristiche? Ecco ciò che devi conoscere in 3 punti.

Tante volte avrai sentito parlare di mascherine ospedaliere non sapendo a che cosa si riferisse questo nome: si tratta delle mascherine chirurgiche, dette anche mascherine mediche o mascherine igieniche.

Questa tipologia di mascherina antivirus infatti, è la tipica protezione che abbiamo sempre visto indossare ai medici, anche durante le operazioni chirurgiche. 

C’è da dire però, per via della diffusione del coronavirus queste protezioni sono state sostituite quasi del tutto dalle maschere DPI, in quanto nelle strutture sanitarie l’alto numero di malati positivi al virus rappresenta un grande rischio che necessita di protezioni maggiori.

Tornando alle mascherine ospedaliere, in questo articolo vogliamo chiarire quali siano le loro caratteristiche esclusive e indispensabili per un utilizzo sicuro.

Mascherine ospedaliere e medico.

1- Struttura e composizione corretta delle mascherine ospedaliere.

Una delle caratteristiche che rende le mascherine chirurgiche dei prodotti efficaci e sicuri è la loro struttura, che è stata ideata e normata a livello europeo

Al contrario di quanto pensino tante persone infatti, le mascherine chirurgiche non sono realizzate con un unico strato filtrante, ma sono composte da una struttura a tre strati, ognuno dei quali è costituito da una diversa tipologia di TNT. 

Questa struttura solitamente segue la sigla “SMS”, che significa che:

  • lo strato esterno è realizzato in TNT Spunbond;
  • lo strato intermedio è costituito da TNT Meltblown;
  • lo strato a contatto con il viso è realizzato anch’esso in TNT Spunbond.

Questa particolare struttura fa sì che la mascherina chirurgica all’esterno abbia resistenza meccanica e idrofoba, lo strato che sta al centro è quello che ha la funzione di filtrare le particelle più piccole, mentre quello a contatto con la pelle ha una funzione protettiva.

Per poter essere utilizzate negli ospedali ed essere considerate Dispositivi Medici (DM), le mascherine chirurgiche devono essere testate e per quanto riguarda la realizzazione devono rispondere a questi requisiti, in caso contrario non vengono considerate idonee all’utilizzo ospedaliero.

Tuttavia durante l’emergenza sanitaria causata dal coronavirus, purtroppo sono state utilizzate e prodotte tante mascherine non a norma: alcune avevano solo due strati filtranti, altre avevano gli strati troppo fini, altre ancora erano strutturate in maniera errata.

Questo è potuto avvenire solo per via del caos e della mancanza di protezioni per le vie aeree che ha messo in tilt l’intero sistema sanitario mondiale, ma ora i controlli sono stati intensificati e le mascherine per il coronavirus di tutte le categorie sono sottoposte a controlli rigorosi ed intensi.

Leggi anche: Classificazione mascherine: facciamo chiarezza.

2- Non solo filtrazione, ma anche sicurezza per chi le indossa: attenzione a materiali e coloranti sicuri.

Nonostante durante la quotidianità sia facile vedere tante persone che indossano mascherine di tanti materiali e fantasie, per quanto riguarda le mascherine ospedaliere, ci sono delle norme e dei requisiti specifici da rispettare.

Infatti oltre che bloccare gli agenti patogeni in uscita, le mascherine antibatteriche di questa categoria devono garantire anche la massima sicurezza di chi le indossa per tante ore di seguito. 

In questo senso è stata stilata una lista di materiali e coloranti consentiti per la produzione delle mascherine chirurgiche a livello europeo, in modo tale da evitare il più possibile irritazioni e shock allergici.

Dunque le mascherine chirurgiche possono essere utilizzate negli ospedali e nelle strutture sanitarie solo se rispettano questi requisiti.

In questo senso ti ricordiamo che anche se acquisti mascherine ospedaliere colorate o neutre per utilizzarle durante la quotidianità, dovresti fare la massima attenzione ai certificati e al rispetto delle norme, perché mettere la pelle del viso a contatto con alcune sostanze non consentite, potrebbe essere molto pericoloso.

Mascherine ospedaliere sicure.

3- Certificazioni delle mascherine ospedaliere.

Le mascherine monouso ospedaliere (o chirurgiche) che possono essere utilizzate negli ospedali sono quelle certificate CE, ossia quelle approvate dal Ministero della Salute per uso come Dispositivo Medico (DM) di classe I.

Queste mascherine rispondono ai requisiti della direttiva 93/42/CEE, che è stata recepita in Italia dal D.lgs. 46/97.

È importante specificare questo, perché oggi per via dell’emergenza sanitaria è possibile trovare in commercio anche mascherine sprovviste di certificazione, solo che alcune sono approvate dall’ISS, mentre altre sono prodotti che non possono garantire alcuna protezione certa.

Le forniture di mascherine ospedaliere naturalmente vengono fatte tenendo conto di questi requisiti, ma non solo, bisogna tenere in considerare anche l’efficienza di filtrazione (BFE).

Infatti le mascherine chirurgiche vengono classificate in tre categorie di filtrazione, definite dalla norma tecnica UNI EN 14683:2019.

Ecco di quali si tratta:

  • Tipo I: filtra il 95% di agenti patogeni e non resiste agli schizzi;
  • Tipo II: filtra il 98% di agenti patogeni e non resiste agli schizzi;
  • Tipo IIR: filtra il 98% di agenti patogeni e resiste agli schizzi (come indicato dalla lettera R).

Tutte e tre le categorie di mascherine – se indossate da tutti i presenti in un gruppo – sono considerate idonee per la protezione dal coronavirus, ma in ambito ospedaliero, per via della resistenza agli schizzi, vengono utilizzate soprattutto le mascherine antibatteriche di Tipo IIR.

Leggi anche: Ciò che devi conoscere sulle diverse tipologie di mascherine antivirus certificate.

In conclusione.

Oggi in commercio è possibile trovare mascherine di ogni tipologia, ma le mascherine chirurgiche, per essere considerate idonee all’utilizzo ospedaliero devono garantire di rispondere a queste caratteristiche esclusive.

Dopo questo approfondimento ti ricordiamo inoltre che le mascherine di questa categoria non proteggono chi le indossa dal coronavirus, pertanto risultano essere efficaci per la prevenzione dei contagi solo se indossate da tutti.

Se sei alla ricerca di mascherine per il coronavirus efficaci anche per te che le indossi però, c’è una soluzione, e si tratta delle mascherine FFP2 e delle mascherine KN95.

Anche queste per essere considerate efficaci devono rispondere alle normative vigenti e le puoi trovare in vendita nel nostro store Maskhaze.it.

Acquistale nella confezione che preferisci per proteggere te ed i tuoi cari in ogni situazione, e ricorda di aggiungere nel carrello anche il gel igienizzante mani, per usufruire di un’igiene profonda anche quando non hai a disposizione acqua e sapone.

Su Maskhaze.it trovi tutto ciò che ti occorre per sentirti al sicuro dagli agenti patogeni in ogni contesto!