Cosa usare per disinfettare le mani? Le caratteristiche di spray e gel igienizzanti realmente efficaci.

Cosa usare per disinfettare le mani

Coronavirus o meno, teniamo le mani pulite! Ecco cosa utilizzare quando non abbiamo acqua e sapone

Da quando si è diffusa la pandemia di COVID-19, l’esigenza di lavare le mani anche quando siamo fuori casa si è fatta sempre più forte. Ma cosa usare per disinfettare le mani se non abbiamo la possibilità di usufruire di acqua e sapone?

Non possiamo mica fare continui pit stop per lavarci in qualsiasi bar incontriamo per strada, anche perché dovremmo evitare di toccare qualsiasi cosa tra un’igienizzazione e l’altra!

Fortunatamente accorrono in nostro aiuto gli spray e i gel mani, tascabili e pronti all’uso, perfetti per disinfettarci in qualsiasi momento.

Grazie a questi prodotti possiamo eliminare in pochi secondi sia i batteri che le eventuali particelle di virus presenti sulle nostre mani e sulle superfici, in modo da limitare il più possibile i contagi.

L’igienizzante è uno dei nostri migliori amici dal 2020 in poi (c’è chi lo usava anche prima, ma in moltissimi hanno iniziato solo con l’avvento del Coronavirus), ma bisogna stare molto attenti alla sua composizione per evitare di acquistare un prodotto inutile.

Vediamo, di seguito, quali sono le linee guida dell’OMS a riguardo.

Gel e spray per disinfettare le mani: ecco quali ingredienti deve contenere secondo l’OMS

persona che usa gel per disinfettare le mani

L’Organizzazione Mondiale della Sanità parla chiaro: un gel disinfettante mani deve contenere alcol etilico, acqua ossigenata e glicerolo più eventuali profumi (anche se le persone con la pelle molto sensibile dovrebbero scegliere prodotti senza profumo).

È inoltre possibile utilizzare addensanti, come l’idrossietilcellulosa, e particolari ingredienti per mantenere le mani idratate e protette, come il succo di Aloe Barbadensis (contenuto nel nostro spray igienizzante).

I prodotti per la disinfezione delle mani possono essere sia liquidi che in gel, ma in ogni caso l’OMS raccomanda che contengano almeno il 60% di etanolo, ovvero alcool.

Al di sotto di questa percentuale il prodotto non risulterebbe in alcun modo utile per eliminare germi, batteri e virus.

Il nostro suggerimento è inoltre quello di acquistare un igienizzante con percentuali superiori al 60% perché l’alcool evapora con grande facilità (e i vari impegni quotidiani, magari accompagnati da una vita frenetica, possono farci dimenticare di conservare al meglio la boccetta).

Leggi anche: Gel igienizzante mani: scadenza e conservazione ideale

Se i prodotti presentano adeguate percentuali di alcol, dunque pari o superiori al 60%, sono perfetti per sanificare le mani.

Sarebbe comunque opportuno procedere con la disinfezione più e più volte al giorno, specialmente quando si sta spesso fuori casa senza avere la possibilità di lavare le mani con acqua e sapone. Inoltre è consigliabile pulire anche le superfici di uso comune prima di toccarle.

Ora che sai cosa usare per disinfettare le mani vorrai probabilmente conoscere la corretta modalità di utilizzo dei prodotti igienizzanti.

Come usare correttamente gli spray e i gel per disinfettare le mani?

Hai acquistato il gel igienizzante mani con almeno il 60% di alcool? Allora sei pronto/pronta per sanificare al meglio le tue mani, eliminando tutti (o almeno il 99% periodico) i batteri, i germi e le particelle di virus che cospargono la pelle.

Ecco a te la procedura perfetta per igienizzarti:

  • applica sul palmo di una mano una quantità di gel delle dimensioni di una monetina di 20 cent (in alternativa, nebulizza una piccola quantità di spray disinfettante su entrambi i palmi);
  • strofina bene le mani tra loro coprendo tutte le aree, compreso il dorso, le unghie (e la pelle sottostante che rimane esposta) e lo spazio interdigitale, quindi lo spazio compreso tra un dito e l’altro;
  • continua a strofinare finché la tua pelle avrà assorbito completamente lo spray o il gel a base d’alcol. In genere è necessario sfregare le mani per circa 30 secondi;
  • non toccare il viso e gli occhi con le mani bagnate.

E ora andiamo a toccare un altro aspetto della disinfezione delle mani…

Quando usare i prodotti igienizzanti?

gel per disinfettare le mani
gel

Se vuoi proteggerti al meglio dal Coronavirus (ma anche dai germi e batteri) è importante che eviti di toccarti gli occhi, la bocca e il naso prima di lavarti e/o igienizzare bene le mani. Allo stesso modo dovresti evitare di toccare, preparare ed assumere cibi e bevande prima della disinfezione.

Oltre a queste precauzioni, devi sapere che ci sono dei momenti in cui sanificare le mani si rivela particolarmente opportuno. Ecco quali:

  • dopo aver soffiato il naso o aver tossito e starnutito usando le mani per parare le gocce di saliva;
  • prima di toccare superfici di uso comune (sarebbe opportuno disinfettare anche le superfici stesse);
  • al lavoro o in qualsiasi situazione ti ritrovi a maneggiare oggetti che hanno toccato altre persone prima di te;
  • sui mezzi pubblici, prima e dopo aver toccato qualsiasi superficie;
  • dopo aver passato del tempo al chiuso insieme ad altre persone;
  • immediatamente dopo aver usato il bagno, qualora la toilette non abbia un lavandino;
  • prima e dopo aver mangiato, se non hai la possibilità di usare acqua e sapone…

E in qualsiasi altra situazione di rischio.

Leggi anche: Le mascherine FFP1 vanno bene per il Coronavirus oppure meglio optare per un’altra tipologia?

In conclusione

Ora sai cosa usare per disinfettare le mani, quali percentuali di alcool dovrebbe contenere un prodotto igienizzante e in quali occasioni sarebbe meglio usare gel o spray disinfettanti.

È il momento di passare alla pratica!

Acquista subito il tuo gel o spray igienizzante con il 75% di alcool su MaskHaze. Ti aspettiamo!